RE-CYCLE

ALESSIO  DELI RE-CYCLE: Vernissage e cocktail  giovedì 18 aprile e venerdì 19 aprile  dalle 18.00 alle 22.00, Via delle Zoccolette 28 e Via Giulia 193,  00186 Roma

RvB Arts ringrazia Francesco Di Pede per la foto utilizzata per l’invito


Guarda il servizio sulla mostra realizzato da Rai Art Educational

GUARDA IL VIDEO

RvB Arts e Antiquariato Valligiano
vi invitano alla mostra personale di

  • Alessio Deli

RE-CYCLE

VERNISSAGE E COCKTAIL
giovedì 18 aprile
venerdì 19 aprile
dalle 18.00 alle 22.00

FINISSAGE
martedì 4 giugno dalle 18.00 alle 22.00

Via Giulia 193
Via delle Zoccolette 28
00186 Roma

La mostra resterà aperta fino a sabato 8 giugno. Orario negozio;
domenica e lunedì chiuso.

Mostra organizzata e curata da Michele von Büren

COMUNICATO STAMPA

La mostra è dedicata allo scultore Alessio Deli. Nato a Marino nel 1981 e diplomato con il massimo dei voti all’Accademia di Belle Arti di Carrara, Deli sta affermando il proprio nome nella scena artistica italiana con una serie di imponenti sculture figurative a grandezza naturale realizzate con l’assemblaggio e la modellazione di materiali riciclati. Sebbene il suo stile abbia profonde radici nella tradizione classica, il suo desiderio di ridar vita ai materiali abbandonati e destinati alla discarica dà al suo lavoro un pertinente taglio postmoderno. Le sue opere sono collocate in spazi prestigiosi come la Basilica di S. Maria in Aracoeli a Roma e il MACS di Catania, oltre a importanti collezioni private.

Re-Cycle racconta il percorso artistico di Deli con una selezione di lavori che va dal 2009 ad oggi: opere a grandezza naturale, dipinti, studi preparatori, disegni e le più recenti sculture dedicate al tema del gabbiano.

Il gabbiano assume un’importanza particolare per l’artista. Nell’attuale disordine ecologico questo volatile è oggi costretto a nutrirsi di spazzatura, e viene rappresentato dallo scultore attraverso il riutilizzo e la composizione di oggetti trovati in discarica. Il gabbiano – vittima delle odierne problematiche ambientali – diviene così il simbolo di una nuova arte ecologica.

RE-CYCLE: ARTIST’S STATEMENT

Soltanto chi si perde può ritornare a casa. Il mio viaggio verso la riscoperta della bellezza tramite il riuso dei materiali di recupero è iniziato circa otto anni fa. Avevo da poco terminato un corso di arte per detenuti, imparando proprio da loro, ultimi tra gli ultimi, a recuperare il materiale necessario per le nostre lezioni. Ho visto così trasformare con audace creatività cassette di legno per la frutta in velieri pronti a navigare i mari dell’ oceano. Il rifiuto, quindi, in stretta connessione con il rifiutato. E’ da questa umanità alla deriva che inizia la mia ricerca tra i rottami.

La ricerca di una bellezza particolare… quella del tempo. Una filosofia estetica che guarda alla verità della vita e del suo trascorrere senza sconti. Il compito dell’arte è in fondo questo, testimoniare l’esistenza dell’uomo al suo passare sulla terra. Procedere in questa direzione rappresenta per me la riscoperta di un archetipo. Mentre cerco tra questi rottami mi sento vicino a quella magica dimensione di un pianeta primordiale e fertile che, grazie alla sua verginità, ha regalato agli uomini della prima tribù la divina intuizione: lasciare incise sulle pareti di una grotta le prime tracce di un cenacolo di uomini e della loro totale partecipazione alla vita. Alla nascita di un linguaggio, di uno stile, di una moda c’è sempre alla base il recupero e la comprensione del passato.

Lamiere, ferri, plastiche, piombi, legni, marmitte e bulloni abbandonati riprendono vita nel mio studio sotto una nuova forma. Il passato lo vedo ogni volta che mi trovo a contatto con questi oggetti e con le immense discariche che li raccolgono. Uno spaccato preciso dell’uomo contemporaneo delle sue abitudini, dei suoi sogni, dei suoi viaggi. Una dirompente forza plastica che riadatto a parti anatomiche, armature e scudi di guerrieri post-atomici. Animali, bestie, armi e macchine appartenenti ad una nuova civiltà senza tempo e senza nome.

Alessio Deli

Comments are closed.