Giuliano Macca

Giuliano Macca nasce a Noto in Sicilia nel 1988. Intraprende i suoi studi presso l’Accademia di Belle Arti di Roma dove consegue il diploma con il massimo dei voti.

Il suo approccio alle arti visive avviene inizialmente attraverso il mondo dei graffiti. Nel 2016 realizza la scenografia per lo spettacolo teatrale Corti ma Lirici presso il Teatro Eliseo di Roma. Nello stesso anno, la sua performance artistica Ti aspetto su altri pianeti viene presentata al MAAM (Museo dell’Altro e dell’Altrove) di Roma a cura del direttore Giorgio De Finis. All’inizio di 2017, Macca si trasferisce a Barcellona, dove inizia un periodo di sperimentazione tecnica. Nello stesso anno partecipa alla collettiva ContemporaneaMente alla Scuderie Aldobrandini di Frascati. In occasione della sua mostra personale del 2018 nella galleria romana Mirabilia di Giano Del Bufalo, vende tutte le sue opere nelle prime ore.

Macca predilige l’olio come strumento principale per la creazione, sia su carta che su tela. Le sue ultime opere rendono omaggio alla tradizione del ritratto, celebrando la componente psicologica di questo genere. L’artista supera la descrizione fisiognomica del volto per concentrarsi sugli aspetti intimi, nascosti ed emozionali. Attraverso la moltiplicazione degli occhi e lo sdoppiamento dell’immagine, cogliamo la complessità dell’identità, costituita da vari elementi che coesistono, a volte conflittualmente. I suoi ritratti introspettivi mettono a nudo la persona, accentuando la solitudine e allo stesso tempo il pathos e la fragilità.

bio

résumé