2017

NIGHT CHANT

Sunday, November 12th, 2017

La Galleria RvB Arts è lieta di presentare Night Chant, la mostra personale di SICIOLDR. Vernissage e cocktail giovedì 16 e venerdì 17 novembre 2017, dalle 18 alle 22, in Via delle Zoccolette 28, a Roma. La mostra rimarrà aperta fino al 2 dicembre; orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso.

 

 

RvB ARTS inaugura a Roma la mostra personale di

SICIOLDR

NIGHT CHANT

VERNISSAGE e COCKTAIL
giovedì 16 e venerdì 17 novembre 2017
dalle 18.00 alle 22.00

Via della Zoccolette 28
00186 Roma

La mostra resterà aperta fino al 2 dicembre.
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren di RvB Arts

. . . . . . . . . .

NIGHT CHANT

RvB Arts è lieta di presentare la prima mostra personale in galleria del giovane artista italiano Alessandro Sicioldr.

Night Chant più che una mostra è un viaggio all’interno dell’irrazionalità del sogno e dell’inconscio alla scoperta di mondi abissali e meravigliosi. Creature bizzarre e mitologiche, esseri strani e misteriosi, divinità onniscienti, ibridi e replicanti sono i protagonisti dei dipinti, disegni e acquerelli di Sicioldr. Questi scaturiscono dalla reinterpretazione di storie antiche, rendendosi immagini incarnate nella sapiente tecnica della sua pittura ad olio.

Alessandro Sicioldr è nato a Tarquinia nel 1990. Nello studio del padre apprende l’arte del disegno e della pittura con una formazione particolare rivolta ai procedimenti tecnici di preparazione dei pigmenti e dei supporti derivata dal famoso trattato di Cennino Cennini, Il Libro dell’Arte, scritto nei primi anni del Quattrocento.

Sicioldr si esprime principalmente con la pittura ad olio, la grafica e l’acquerello. Nelle sue opere crea atmosfere oniriche in cui visioni e suggestioni personali si fondono a simboli e immaginari storici. Nonostante la giovane età ha già partecipato a diverse mostre personali e collettive manifestando un’abilità tecnica e una capacità visionaria supportata da studi che abbracciano diversi campi disciplinari.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

The Crossing

Friday, October 27th, 2017

RvB ARTS con la sua politica di Accessible Art inaugura a Roma THE CROSSING, con le opere di Lucianella Cafagna e Chiara Caselli. Vernissage e cocktail Martedì 31 ottobre e mercoledì 1 novembre 2017 dalle 18:00 alle 22:00, in via delle Zoccolette 28, a Roma. La mostra resterà aperta fino a giovedì 30 novembre anche nello spazio di via Giulia 193. Orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso.

 

 

La galleria RvB Arts con la sua politica di Accessible Art
inaugura a Roma

The Crossing

opere di

  • Lucianella Cafagna
  • Chiara Caselli

VERNISSAGE e COCKTAIL
martedì 31 ottobre e mercoledì 1 novembre 2017
dalle 18.00 alle 22.00

Via della Zoccolette 28
00186 Roma

La mostra resterà aperta fino a giovedì 30 novembre anche nello spazio di via Giulia 193
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren di RvB Arts

. . . . . . . . . .

The Crossing

RvB Arts presenta una doppia personale dedicata ai nuovi dipinti e disegni della pittrice romana Lucianella Cafagna e ad una serie di fotografie a tema unico di Chiara Caselli che, oltre alla nota carriera cinematografica, già da diversi anni si dedica alla fotografia.

I lavori e le differenti ricerche delle due artiste si incontrano nella mostra THE CROSSING il cui titolo è sintomatico del passaggio e dell’“attraversamento” che nelle loro opere si attuano sia in senso metaforico che contingente la rappresentazione.

Nei dipinti a tempera e nei disegni su tela della Cafagna, il “passaggio” si presenta nella delicata questione dello sviluppo adolescenziale delle protagoniste, colte nelle loro riflessioni più intime. Nelle fotografie della Caselli, scattate nel viaggio per la misteriosa isola nell’isola di Ginostra alle Eolie, tale passaggio si riscontra nelle delicatissime atmosfere marine di nebbia e luce dove la linea dell’orizzonte si dissolve fino ad annullare ogni confine.

Lucianella Cafagna ha studiato all’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi e ha passato un periodo d’apprendistato nello studio di Pierre Carron, pupillo di Balthus. Nel 2011, ha partecipato alla Biennale d’Arte di Venezia, con un’opera selezionata per il Padiglione Italia.

Il mondo dell’infanzia e dell’adolescenza è un tema ricorrente nel lavoro della Cafagna, che unisce l’eleganza formale dello studio tradizionale con uno slancio nel mondo contemporaneo. I critici d’arte hanno messo in risalto la sua abilità nel creare un senso di sospensione senza tempo, con i suoi soggetti posti tra la memoria e l’oblio come emblema struggente della nostra fuggevolezza.

Chiara Caselli è una delle attrici più versatili ed internazionali della sua generazione, e vanta collaborazioni con autori quali Michelangelo Antonioni, Liliana Cavani, Marco Tullio Giordana e Gus Van Sant. Parallelamente alla recitazione e anche alla regia, la Caselli ha dedicato il suo talento alla fotografia, ricercando la purezza e l’immediatezza dello sguardo. Concentrandosi sulla natura e sulle figure, ha creato un corpus di opere di alto valore pittorico.

Dopo l’approdo nel 2011 alla Biennale d’Arte di Venezia e al Festival Internazionale di Fotografia di Roma, a maggio 2014 espone per la prima volta in Giappone con una personale site specific negli spazi che Gae Aulenti ha creato per l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

CRACK

Friday, September 29th, 2017

RvB ARTS con la sua politica di Accessible Art inaugura a Roma CRACK, la bipersonale con le sculture di GIANLORENZO GASPERINI e le fotografie di VERA ROSSI. Vernissage e cocktail: giovedì 5 e venerdì 6 ottobre 2017, dalle 18:00 alle 22:00, in via della Zoccolette 28, 00186 Roma. La mostra resterà aperta fino a sabato 28 ottobre. Orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso. Curatrice e organizzazione: Michele von Büren di RvB Arts.

 

 

RvB Arts

La galleria RvB Arts con la sua politica di Accessible Art inaugura a Roma

CRACK

sculture

  • Gianlorenzo Gasperini

fotografie

  • Vera Rossi

Vernissage e cocktail
giovedì 5 e venerdì 6 ottobre 2017
dalle 18.00 alle 22.00

Via della Zoccolette 28
00186 Roma

La mostra resterà aperta fino a sabato 28 ottobre
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren di RvB Arts

. . . . . . . . . .

CRACK

“There’s a crack in everything, that’s how the light gets in…” (LEONARD COHEN)

Dopo l’esposizione di New York presso Morris Adjmi Architects, lo scultore Gianlorenzo Gasperini e la fotografa Vera Rossi, consolidati artisti della galleria, tornano ad esporre nuovamente insieme da RvB Arts.

Il titolo della mostra gioca sui diversi significati della parola inglese crack: crepa, crollo, ma anche instabilità o crisi e perfino divertimento.

Nelle fotografie di Rossi, spaccature, fenditure e distacchi di intonaco vengono colti dall’artista in una serie di scatti realizzati nelle Isole Eolie. La superficie materica dei muri logorati dal tempo e dagli elementi atmosferici diviene il pretesto per indagare sul concetto di frattura e attraversamento. Le immagini mostrano una realtà che si sgretola di cui le crepe diventano una metafora poetica.

Nelle sculture di Gasperini, il crack appare sia come una minaccia incombente che come gioco o divertimento. Figure umane ridotte ad archetipi essenziali si muovono in una dimensione surreale, in rapporto con oggetti improbabili, alla continua ricerca di equilibrio. Sembra che per queste figure, giocare con l’instabilità della realtà sia l’unico modo possibile di esistere nello spazio.

Nata a Milano nel 1968, Vera Rossi realizza fotografie di still life, elementi naturali ed opere d’arte. Nel 2013 alcuni suoi lavori sono stati scelti per un’installazione all’Armory Show, la principale fiera internazionale d’arte di New York, e nel 2017 ha partecipato a MIA Photo Fair di Milano. Rossi concentra la sua ricerca sul concetto del varco trascendendo attraverso l’obiettivo la realtà oggettiva delle cose. Nelle sue opere, luci e ombre svolgono una funzione fondamentale, mostrando il carattere instabile e il limite stesso della nostra percezione. Rossi riporta allo sguardo una quotidianità stratificata in cui la scelta del plexiglass in quanto medium ne accentua la densità pluridimensionale.

Gianlorenzo Gasperini è nato a Civitavecchia nel 1967. Si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Roma dove si è specializzato in scultura. Dal 2001 al 2012 le sue sculture hanno fatto parte dell’esposizione permanente dell’Opera Gallery di New York. I materiali di cui l’artista fa uso sono resina, bronzo e gesso. Le sue sculture, caratterizzate da un forte senso della linea e del movimento, esplorano il tema del bilanciamento e dell’equilibrio. L’ironia è una componente importante della sua ricerca: essa gli dà la possibilità di liberarsi dal pesante carico della tradizione e di operare in un presente instabile dove tutte le certezze si dissolvono.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

Trasmutazione – Street View

Wednesday, May 17th, 2017

RvB Arts inaugura a Roma TRASMUTAZIONE, la mostra personale di Martínez Cánovas e STREET VIEW, la mostra personale di Luis J. Fernández. Vernissage e cocktail giovedì 18 e venerdì 19 maggio 2017, dalle 18.00 alle 22.00, in Via delle Zoccolette 28 a Roma. La mostra resterà aperta fino a sabato 24 giugno; orari: 11-13:30 e 16-19:30, domenica e lunedì chiuso.

 

RvB Arts inaugura a Roma TRASMUTAZIONE, la mostra personale di Martínez Cánovas e STREET VIEW, la mostra personale di Luis J. Fernández. Vernissage e cocktail giovedì 18 e venerdì 19 maggio 2017, dalle 18.00 alle 22.00, in Via delle Zoccolette 28 a Roma. La mostra resterà aperta fino a sabato 24 giugno; orari: 11-13:30 e 16-19:30, domenica e lunedì chiuso.

 

 

RvB Arts inaugura a Roma

TRASMUTAZIONE

la mostra personale di

  • Martínez Cánovas

STREET VIEW

la mostra personale di

  • Luis J. Fernández

Vernissage e cocktail
giovedì 18 e venerdì 19 maggio 2017
dalle 18.00 alle 22.00

Via delle Zoccolette 28
Roma

La mostra resterà aperta fino a sabato 24 giugno
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren

. . . . . . . . . .

COMUNICATI STAMPA

TRASMUTAZIONE

Con un linguaggio contaminato e la tecnica raffinata che lo caratterizzano, Martínez Cánovas introduce lo spettatore negli angoli più bui della fantasia con dipinti realizzati principalmente con matita su legno stuccato, con l’intervento di colore a spruzzo, dell’olio e dello smalto.

In un lavoro animato da una vena surrealista, l’artista spagnolo indaga il tema delle metamorfosi attraverso creature che presentano inaspettate trasformazioni tra il mitologico ed il biologico. Ispirato da artisti come Hieronymus Bosch, H. R. Giger, la letteratura di Kafka e i film di fantascienza, Martinez Canovas crea un suo particolare mondo dove protagonista è la figura umana.

Juan José Martínez Cánovas è nato a Murcia in Spagna nel 1980 dove si laurea presso l’Accademia di Belle Arti. La sua formazione prosegue con il conseguimento di un Master sulla ricerca dei nuovi materiali pittorici e una borsa di studio di un anno all’Accademia di Belle Arti di Roma. Durante i suoi studi, ha incontrato e seguito gli insegnamenti di due tra i più grandi pittori spagnoli viventi, Pedro Cano e Antonio López García, le cui influenze sono visibili nella sua opera.

Martínez Cánovas approfondisce lo studio della ritrattistica rinnovandola con una personale inclinazione diretta alle tematiche dell’inquietudine esistenziale e della metamorfosi. Per l’abilità che lo caratterizza in questo campo ha realizzato diversi ritratti istituzionali. Con la sua produzione artistica ha ottenuto, nonostante la giovanissima età, importanti riconoscimenti e premi sia in Spagna che all’estero.

STREET VIEW

E’ l’immagine di una città veloce e dinamica ad emergere con forza nelle opere realizzate in acrilico su carta dall’artista Luis J. Fernández. Per l’artista spagnolo la città sembra essere lo scenario ideale in cui rappresentare la mutevole società in cui viviamo.

Fernández nasce a Blanca, un comune spagnolo nella comunità autonoma di Murcia, nel 1974. Ha partecipato a numerose esposizioni personali e collettive nel territorio spagnolo e ha ottenuto importanti premi. Nel febbraio 2005 ha ricevuto il Premio della Gioventù dell’Anno della Regione di Murcia e nel 2007, il primo premio Valle de Ricote assegnato dall’Associazione Socio-Culturale di Abarán Ricote.

Il lavoro di Fernández si è evoluto negli ultimi anni in uno stile personale a metà strada tra figurazione e astrazione geometrica. Con un’evidente fascinazione per l’architettura urbana, Fernández fonde la visione utopica della città come luogo del progresso tecnologico, finanziario, industriale con l’inevitabile obsolescenza a cui essa va incontro.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

Se vedi due rinoceronti

Thursday, April 20th, 2017

La galleria RvBArts con la sua politica di Accessible Art
inaugura a Roma in via delle Zoccolette e via Giulia

se vedi due rinoceronti…

la mostra personale di

  • FANTINI

Vernissage e cocktail
giovedì 27 e venerdì 28 aprile 2017
dalle 18.00 alle 22.00

Via della Zoccolette 28
Via Giulia 193
Roma

La mostra resterà aperta fino a martedì 16 maggio,
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso.

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren

 

 

COMUNICATO STAMPA

RvB Arts presenta: Se vedi 2 rinoceronti, la nuova mostra personale di Roberto Fantini. Vernissage e cocktail giovedì 27 e venerdì 28 aprile 2017, dalle 18 alle 22, in via delle Zoccolette 28 e Via Giulia 193, a Roma. Mostra aperta fino a martedì 16 maggio 2017.

 

Sorpresa, immaginazione e gioco sono gli elementi principali della mostra personale di FANTINI dove, all’interno di ogni opera, un semplice elemento può essere lo spunto per una storia fantastica. In se vedi due rinoceronti…, giovani presenze umane affiancate ad animali e oggetti comunicano in uno stato di sospensione fatto di totale complicità con se stessi e l’altro. L’innocenza e l’attenzione rivolta alle cose diventano così le principali caratteristiche di quel mondo che tutti dovremmo riscoprire.

Nato a Roma nel 1960, Roberto Fantini ha avuto una lunga e svariata carriera nelle arti, lavorando come ballerino professionista, attore, fotografo nonché pittore e scultore. Ha passato 14 anni in viaggio e vivendo fuori dall’Italia, un periodo che ha incluso lunghi soggiorni in Asia e in particolare in Tibet, per poi tornare a Roma nel 2000. I viaggi di Fantini hanno avuto una forte influenza sulle sue opere, contribuendo a dar loro una qualità primitif che ricorda l’antica arte tribale.

Le opere di Fantini, attraverso un’elaborata tecnica a strati composta di tessuti e pittura, accostano con originalità gioco decorativo e gusto minimalista. La sua attenzione per il colore e per le interazioni umane crea un’autenticità che parla direttamente allo spettatore e gli ha fatto guadagnare un largo seguito in Italia e all’estero.

Creata da Michele von Büren, RvB ARTS promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

Paper Works

Monday, March 6th, 2017

RvB Arts e Antiquariato Valligiano presentano PAPER WORKS: opere di Leonardo Blanco e Luca Zarattini. Vernissage e cocktail, giovedì 16 e venerdì 17 marzo 2017, dalle 18 alle 22. In via delle Zoccolette 28 e via Giulia 193, a Roma. Fino a martedì 18 aprile

Michele von Büren di RvB Arts e Antiquariato Valligiano presentano

PAPER WORKS

con le opere di

  • Leonardo Blanco
  • Luca Zarattini

Vernissage e cocktail
giovedì 16 e venerdì 17 marzo 2017
dalle 18.00 alle 22.00

Via della Zoccolette 28
Via Giulia 193
Roma

La mostra resterà aperta fino a martedì 18 aprile
orario negozio; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren

. . . . . . . . . .

COMUNICATO STAMPA

Con PAPER WORKS, la galleria RvB Arts presenta le opere su carta di Leonardo Blanco e Luca Zarattini. Due artisti molto diversi tra loro vengono presentati in una doppia personale che ne mostra opere inedite giocando sulle parole inglese che vogliono dire sia “opere su carta” che “la carta funziona”.

Leonardo Blanco, artista sanmarinese, nasce a Santarcangelo nel 1968. Il suo percorso artistico, agli esordi fortemente radicato nella tradizione di maestri locali, si è gradualmente avventurato in altri territori, esplorando in maniera densa e nel contempo rarefatta la condizione emotiva dell’uomo contemporaneo. Pittore e scultore l’artista facendo uso di un’ampia sperimentazione tecnica, imprime il suo personalissimo linguaggio su diversi materiali quali carta, alluminio e legno.
A partire dai primi anni Novanta ha tenuto diverse esposizioni personali a San Marino, in Italia e in Belgio, e partecipato a esposizioni collettive a Londra, Los Angeles, Istanbul, Emirati Arabi Uniti, Pechino (2^ Biennale d’Arte, nel 2005), e Venezia (nel 2009, la 53^ Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, e nel 2007, Open10 – Esposizione Internazionale di Sculture e Installazioni). E’ vincitore di numerosi premi e concorsi. Le sue opere sono conservate presso collezioni pubbliche e private; alcune si trovano in mostra permanente nella Repubblica di San Marino e all’estero.

Luca Zarattini è nato a Codigoro (Ferrara) nel 1984 e si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nonostante la giovane età, Zarattini ha tenuto esposizioni personali che lo hanno portato all’attenzione della critica e alla partecipazione ad importanti rassegne, con l’aggiudicazione di prestigiosi premi (Zingarelli 2010, Basilio Cascella 2011 e del Concorso 150° dell’Unità indetto dalla Prefettura di Ferrara e dall’Istituto di Storia Contemporanea).

Zarattini unisce lo studio di soggetti tradizionali con la sperimentazione dei materiali. L’incorporazione di elementi contemporanei come il cemento, la plastica, il metallo riciclato e falde di cartoni industriali non soltanto dona alla superficie dei suoi dipinti una consistenza ricca e densa ma dispone anche un intrigante dialogo tra presente e passato.

Mostre Personali
2015 | RvB Arts, Roma; Interzone Galleria, Roma. 2014 | Sala espositiva del Liceo Artistico Dosso Dossi, Ferrara; RvB Arts, Roma; Pinacoteca Civica, Museo della Musica e Circolo ARCI Kino, Pieve di Cento. 2013 | Sagrato della chiesa di San Girolamo, Ferrara; MuGa Multimedia Gallery, Roma; Spazio Senza Filtro, Bologna. 2012 | Profumeria Tatler, Bologna; La Sala della Gran Guardia, Isola d’Elba; Torrione San Giovanni, Ferrara. 2011 | Arte Fiera Off, Bologna; Profumeria Tatler, Bologna; Casa dell’Ariosto, Stellata di Bondeno. 2010 | Centro Studi Villa Dante Bighi, Copparo; Galleria Il Melone, Rovigo. 2009 | Palazzo Bellini, Comacchio. 2008 | Galleria del Carbone, Ferrara. 2005 | Torre dei Ferraresi, Camposanto.

Premi
2015 | Selezionato al Premio Arteam Cup, Venezia; Selezionato al Premio Carlo Bonatto Minella, Rivarolo Canavese; Selezionato tra i finalisti al Premio Niccolini, Ferrara. 2014 | Selezionato tra i finalisti al Premio Lissone, Lissone. 2011 | Vincitore del premio della critica Premio Basilio Cascella, Museo Civico di Arte Contemporanea Palazzo Farnese, Ortona; Vincitore del premio Un’Opera d’Arte per il 150˚ Anniversario dell’Unità d’Italia, Prefettura Ferrara, Ferrara; Selezionato tra i 14 artisti al Premio Morlotti-Imbersago, Imbersago. 2010 | Vincitore del Premio Sasyr, Castellina in Chianti. 2007 | Selezionato sul catalogo generale del Premio Celeste.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

Cosimo

Sunday, February 19th, 2017

Immagine invito mostra bipersonale. RvB Arts presenta COSIMO: quadri di Alessandra Carloni e sculture di Giulia Spernazza. Vernissage e cocktail, giovedì 23 e venerdì 24 febbraio 2017, dalle 18 alle 22. In via delle Zoccolette 28, a Roma. Fino a sabato 11 marzo.

 

 

RvB Arts

RvB Arts con la sua politica di Accessible Art inaugura a Roma

COSIMO

quadri di

  • Alessandra Carloni

sculture di

  • Giulia Spernazza

Vernissage e cocktail
giovedì 23 e venerdì 24 febbraio 2017
dalle 18.00 alle 22.00

Via della Zoccolette 28
Roma

La mostra resterà aperta fino a sabato 11 marzo
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren

. . . . . . . . . .

COMUNICATO STAMPA

Sempre però sapendo che per essere con gli altri veramente, la sola via era d’essere separato dagli altri, d’imporre testardamente a sè e agli altri quella sua incomoda singolarità e solitudine in tutte le ore e in tutti i momenti della sua vita, così come è vocazione del poeta, dell’esploratore, del rivoluzionario.
(Italo Calvino parlando di Cosimo, protagonista del suo romanzo Il Barone rampante)

Cosimo è una mostra che celebra il mondo leggero ma profondo creato da Italo Calvino nel suo indimenticabile romanzo Il Barone rampante (1957).

Due artiste romane, Alessandra Carloni e Giulia Spernazza, hanno voluto omaggiare Cosimo Piovasco di Rondò, il giovane barone ribelle che dopo un litigio con suo padre per un piatto di viscide lumache, si rifugia sugli alberi e decide di non scendere più. Senza mai mettere i piedi a terra, Cosimo trascorre la sua vita non come figura isolata, ma a stretto contatto con le storie e i protagonisti del suo tempo, una vita piena di avventure, amore e libertà, segnata della determinazione e il coraggio di tener fede alle proprie idee.

Questa costante tensione tra solitudine e slancio vitale è presente nei dipinti di Alessandra Carloni, dove i suoi personaggi, immersi in contesti di straordinaria immaginazione, si trovano a ristabilire un contatto con la natura e la parte più intima del loro essere. La natura è anche il filo conduttore e costitutivo delle sculture di Giulia Spernazza, dove rami e sabbia creano l’anima delle sue lievi ed esili figure e ci riportano al giovane barone e a Viola, suo amore evanescente.

Alessandra Carloni nasce nel 1984 a Roma dove vive e lavora. Dopo essersi diplomata all’Accademia di Belle Arti di Roma nel 2008 si è anche laureata in Storia dell’Arte Contemporanea. Dal 2009 partecipa a mostre personali e collettive in tutta Italia vincendo nel 2013 il premio per la pittura Basilio Cascella. Parallelamente si dedica alla pratica dei murales aggiudicandosi attraverso concorsi la realizzazione di interventi sui muri in diverse città.

Giulia Spernazza nasce a Roma nel 1979. Nel 2008 consegue con il massimo dei voti il Diploma Accademico in decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. Espone in diverse mostre personali e collettive in gallerie e presso luoghi istituzionali. Nel 2014 vince il Primo Premio Adrenalina 3.0 nella categoria Installazioni e nel 2011 ottiene la mansione speciale della giuria al concorso Roma Restyle per la sua opera Essere Umano.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

Della Pittura – Dragonfly

Monday, January 30th, 2017

RvB Arts e Antriquariato Valligiano presentano: Della Pittura, personale di Annalisa Fulvi e Dragonfly. Vernissage e cocktail giovedì 2 e venerdì 3 febbraio 2017, dalle 18 alle 22, in Via delle Zoccolette 28, a Roma

RvB Arts e Antriquariato Valligiano presentano: Dragonfly, personale di Flavia Dodi. Vernissage e cocktail giovedì 2 e venerdì 3 febbraio 2017, dalle 18 alle 22, in via Giulia 193, a Roma

 

 

RvB Arts

La galleria RvB Arts con la sua politica di Accessible Art inaugura a Roma
in via delle Zoccolette e in via Giulia le mostre personali di pittura

DELLA PITTURA

quadri di

  • Annalisa Fulvi

DRAGONFLY

quadri di

  • Flavia Dodi

Vernissage e cocktail
giovedì 2 e venerdì 3 febbraio 2017
dalle 18.00 alle 22.00

Via della Zoccolette 28
Via Giulia 193
Roma

La mostra resterà aperta fino a sabato 18 febbraio
orario negozio; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren

. . . . . . . . . .

COMUNICATI STAMPA

DELLA PITTURA

Annalisa Fulvi propone attraverso i suoi dipinti ad acrilico su tela, un’attenta analisi dei cambiamenti strutturali e ambientali che sono intervenuti a modificare l’aspetto del paesaggio contemporaneo. Il titolo trae spunto dal famoso trattato di Leon Battista Alberti in quanto la Fulvi, compiendo una sistematica indagine sui cambiamenti che avvengono nell’attuale contesto urbanistico, mantiene un riferimento alla tradizione antropocentrica rinascimentale.

Il trattato, presentando la pittura non più come una disciplina principalmente manuale, ma assimilandola alle discipline letterario-filosofiche, la ritiene strumento di ricerca intellettuale e culturale. È così che l’artista trova terreno fertile per un rinnovamento del linguaggio pittorico ampliato a prospettive e punti di vista di un futuro incerto, sempre più “liquido” e destrutturato.

Nata a Milano nel 1986, Annalisa Fulvi si è laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera specializzandosi in pittura. Inizia la sua attività espositiva nel 2011, quando vince la decima edizione del premio Ghiggini Arte Giovani e il premio per l’arte della Fondazione Patrizia Brugnatelli; nel 2012 è stata selezionata come finalista al Premio Lissone e nel 2014 risulta vincitrice del Premio Griffin. Ha partecipato a numerose mostre collettive in Italia e all’estero, e realizzato mostre personali in importanti sedi istituzionali come Palazzo Lombardia a Milano e Palazzo Verbania a Luino. Tra le esperienze più importanti come stimolo per lo sviluppo della sua ricerca pittorica spiccano le residenze d’artista svolte nel 2012 in Turchia, e nel 2014 in Islanda e in Francia.

Nelle sue opere Fulvi rappresenta uno scenario paesaggistico vissuto come realtà in perpetua metamorfosi, attraverso un tratto che evidenzia linee strutturali e trame multiple, dove il colore funge da punto di forza. Un paesaggio sempre più manipolato dal flusso del tempo, i cui elementi danno origine ad una miscela formale ricca di pieni e di vuoti, piani prospettici, scorci architettonici, forme statiche e linee dinamiche che fondendosi a elementi grafici e gestuali si trasforma in una scenografia instabile in cui il colore assume una valenza fisica e spaziale.

DRAGONFLY

Dragonfly è la mostra personale di Flavia Dodi. Il suo lavoro nasce da una convergenza di poetiche occidentali e orientali; le sue immagini, fuori dal piano di concetti, emergono come azioni, rituali con cui agisce e si scandisce la nostra esistenza. Il ‘Mantra della Libellula’ diviene così una trasposizione personale e in chiave laica del significato del mantra sacro. Così le libellule e il loro sciame in movimento compongono un mantra pittorico, silenzioso, indirizzato a diventare veicolo per la mente libera e aperta a nuove esperienze.

Flavia Dodi è nata a Roma nel 1975. Fin dalla prima infanzia inizia spontaneamente ad utilizzare il disegno come mezzo espressivo, apprendendo i rudimenti tecnici da autodidatta. Assecondando il grande amore per il disegno e la scoperta illuminante dell’opera di Le Corbusier, si laurea in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma. Parallelamente agli studi universitari porta avanti il disegno a mano libera e la pittura. Nelle sue opere prevale la dimensione silenziosa del viaggio introspettivo. Evoluzioni, rotazioni, traslazioni e tensioni tendono all’armonia della composizione e l’utilizzo ripetuto di elementi pittorici semplici sono alla base del linguaggio dell’artista.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.