Posts Tagged Lorenzo Bruschini

MANI

Friday, May 11th, 2018

Michele von Büren di RvB Arts presenta la mostra collettiva MANI, prima edizione Manualità Armonia Narrazione Italiana. Con le opere di Bato, Leonardo Blanco, Lorenzo Bruschini, Lucianella Cafagna, Chiara Caselli, Alessio Deli, Fantini, Andrea Gallo, Gianlorenzo Gasperini, Vittorio Iavazzo, Arianna Matta, Claire Piredda, Nicola Pucci, Massimo Pulini, Vera Rossi, Alessandro Sicioldr e Luca Zarattini. Vernissage e cocktail: giovedì 24 e venerdì 25 maggio 2018 dalle 18.00 alle 22.30 RvB Arts - Via delle Zoccolette 28, 00186 Roma Antiquariato Valligiano - Via Giulia 193, 00186 Roma la mostra resterà aperta fino a sabato 22 settembre orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso.

 

 

Michele von Büren di RvB Arts presenta

MANI

MANUALITA’
ARMONIA
NARRAZIONE
ITALIANA

Vernissage e cocktail
giovedì 24 maggio
venerdì 25 maggio
dalle 18 alle 22:30

Via delle Zoccolette 28
Via Giulia 193
00186 Roma

con le opere di


Bato    Leonardo Blanco    
Lorenzo Bruschini    Lucianella Cafagna
Chiara Caselli    Alessio Deli    
Fantini    Andrea Gallo
Gianlorenzo Gasperini    
Vittorio Iavazzo    Arianna Matta
Claire Piredda    Nicola Pucci    
Massimo Pulini    Vera Rossi
Alessandro Sicioldr    Luca Zarattini

 

la mostra resterà aperta fino a
sabato 22 settembre
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30;
domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione:
Michele von Büren di RvB Arts

Testo critico: Luisa Grigoletto

 

. . . . . . . . . .

COMUNICATO STAMPA

RvB Arts è lieta di presentare MANI, acronimo di Manualità Armonia Narrazione Italiana. Questa mostra inaugura e allo stesso tempo corona un progetto a lungo termine della galleria: la creazione di un’identità incentrata sui giovani artisti in cui il rapporto con le radici nella tradizione artistica italiana e i suoi “mestieri” è sempre fonte di nutrimento, senza per questo abbracciare una posizione “passatista”.

La galleria ha cercato, negli anni, di individuare gli artisti che, ognuno per suo conto, lavoravano con questi presupposti e di raccoglierli all’interno di un progetto comune, nonostante le differenze generazionali e stilistiche. La prima edizione di MANI consolida così i punti cardine che hanno guidato le scelte curatoriali della galleria fin dal principio:

MANUALITÀ intesa come capacità tecnica e il recupero del “mestiere”;
ARMONIA intesa come desiderio di riportare al centro dell’arte l’emozione, per raggiungere anche quel pubblico vasto e variegato che spesso si sente alienato dall’arte contemporanea; ma anche come capacità di far convivere in un unico progetto linguaggi così eterogenei;
NARRAZIONE intesa come predilezione del racconto, forma espressiva capace di favorire la connessione tra opera e fruitore;
ITALIANA in quanto l’immaginario degli artisti coinvolti si è formato in questo paese, diventando parte fondante della loro ricerca.

Le successive edizioni di MANI si terranno con cadenza annuale a maggio. Con il ripetersi della manifestazione, la galleria si propone di fare un riassunto annuale dei suoi artisti più rappresentativi di questo progetto.

MANI è inoltre la manifestazione della ricca e sempre più apprezzata attività di talent scout di Michele von Büren, gallerista e curatrice di RvB Arts. Molti dei suoi artisti hanno infatti vinto premi e partecipato a eventi internazionali, ottenendo riconoscimenti condivisi dalla critica e dal mercato. Questa prima edizione include sia artisti che hanno collaborato con la galleria dal suo inizio, che talenti emergenti individuati recentemente.

Per questa edizione 2018, anniversario del suo decimo anno di attività, la galleria propone artisti già ben noti al suo pubblico romano come il pittore e scultore Bato, fresco del successo della personale Jungle; Lorenzo Bruschini, il cui lavoro coniuga la dimensione del sogno e del mito; la pittrice Lucianella Cafagna, annoverata tra i venti artisti contemporanei più rilevanti del panorama italiano dall’Enciclopedia Treccani; la fotografa Chiara Caselli, appena rientrata dalla Biennale di Fotografia di Mosca, unica italiana accanto a Jodice, Berengo Gardin e Marsili Libelli; Fantini, che partecipa con le sue sculture in bronzo e pietra normalmente esposte esclusivamente a Parigi e in Olanda; Andrea Gallo, vincitore del Young At Art 2015 e con un’opera nel Museo di Arte Contemporanea Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona di Rende; Gianlorenzo Gasperini, le cui opere sono state parte della collezione permanente dell’Opera Gallery di New York; Arianna Matta, pittrice romana appena conclusa la sua prima personale a Parigi; Claire Piredda, scultrice che fa uso di argilla grezza di Calcata, antico borgo dove vive e lavora; Vera Rossi, selezionata quest’anno per una personale alla Mia Photo Fair di Milano con la galleria Antonia Jannone e adesso artista della Galleria Forni di Bologna; e Luca Zarattini, giovane pittore vincitore di premi tra cui Premio Niccolini 2016, Basilio Cascella 2011 e Zingarelli 2010, e finalista al Premio Lissone 2014.

La mostra comprende anche i due giovanissimi talenti Alessandro Sicioldr, che ha già partecipato a mostre a New York, Parigi, Bruxelles, Dublino e Valencia, e lo scultore napoletano Vittorio Iavazzo, che presenterà per la prima volta le sue figure umane di cartapesta a grandezza naturale commissionategli dalla RvB Arts per MANI.

Nicola Pucci invece torna in galleria con nuove opere che confermano la forza di un lavoro che ha attirato l’attenzione di mercanti d’arte come Larry Gagosian, e di intenditori come lo è stato Carlo Bilotti, rinomato collezionista d’arte. Lo scultore Alessio Deli, che ha opere collocate in vari spazi pubblici italiani, partecipa con le sue sculture realizzate mediante l’assemblaggio e la modellazione di materiali riciclati; mentre Leonardo Blanco (2^ Biennale d’Arte di Pechino 2005 e Biennale di Venezia 2009), vincitore di numerosi premi e concorsi con opere in mostra permanente nella Repubblica di San Marino e all’estero, presenta le sue opere avvolte con le resine industriali.

In questa occasione ci sarà anche la partecipazione di Massimo Pulini, artista e storico dell’arte, docente di pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna, attualmente Assessore alla Cultura del Comune di Rimini. Ha esposto in sedi pubbliche italiane e internazionali tra cui le Scuderie del Quirinale, Villa Adriana di Tivoli, la Galleria Nazionale di Parma e l’Istituto Italiano di Cultura di Londra.

scendeva simile alla notte

Tuesday, February 20th, 2018

La Galleria RvB Arts è lieta di presentare Scendeva simile alla notte, la mostra personale di Lorenzo Bruschini. Vernissage e cocktail giovedì 22 febbraio 2018, dalle 18 alle 22, in Via delle Zoccolette 28 e Via Giulia 193, a Roma. La mostra rimarrà aperta fino a sabato 17 marzo; orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso.

 

 

RvB ARTS inaugura a Roma la mostra personale di

Lorenzo Bruschini

scendeva simile
 alla notte 

VERNISSAGE e COCKTAIL
giovedì 22 febbraio 2018
dalle 18.00 alle 22.00

con presentazione del libro d’artista
scendeva simile alla notte – viaggio a Hierapytna
Editrice IanuArte

Via della Zoccolette 28 
Via Giulia 193 

00186 Roma 

La mostra resterà aperta fino a sabato 17 marzo.
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren di RvB Arts

. . . . . . . . . .

SCENDEVA SIMILE ALLA NOTTE

RvB Arts è lieta di presentare scendeva simile alla notte, la mostra personale di LORENZO BRUSCHINI.

Hierapytna è l’antico nome greco di una leggendaria città situata sulla costa sud-orientale dell’isola di Creta, le cui origini si perdono nel tempo. Essa è stata la meta del viaggio di ricerca realizzato da Lorenzo Bruschini, un triplice percorso a ritroso: geografico – da Delfi ad Olimpia, da Tebe ad Atene sino a Creta ai confini d’Europa; storico – risalendo il tempo sino alle origini della civiltà minoica (Creta, 2700 a.C.); e interiore – alla ricerca dell’identità intesa come mistero e labirinto. La mostra comprende una vasta selezione di disegni e dipinti ispirati dal viaggio e il Libro d’Artista Scendeva simile alla notte, realizzato sull’isola di Creta e pubblicato per l’occasione dalla casa editrice IanuArte in una pregiata cartella da collezione. Sarà presente l’editore Antonio Porta.

Lorenzo Bruschini è nato a Frascati nel 1974. Le opere di Bruschini sono presenti in varie fondazioni e collezioni private, sia in Italia che all’estero. Nel 2014 realizza la mostra personale Self-Shaping Paintings presso la galleria RvB Arts, in cui confluiscono le sue ricerche sul processo creativo. Nel 2016 è invitato ad esporre nei prestigiosi spazi museali delle Scuderie Aldobrandini a Frascati. Il suo Progetto Hierapytna è risultato vincitore della selezione internazionale ArtAmari Residency sull’Isola di Creta.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

. . . . . . . . . .

viaggio a hierapytna

Ripetutamente ho visto Dioniso, e quando per alcuni giorni il Monte Ida è stato oscurato dal maltempo, con tuoni e fulmini ed un vento ancora più impetuoso di prima – ché tutta la valle pareva soggiogata – nella solitudine del mio atelier ho incontrato il Minotauro. Poi, in un pomeriggio di sole luminoso, ho conosciuto i colori della Morte. Ho visto Zoé, l’eterno spirito della Vita, nell’abbraccio strettissimo, dolce e vischioso come il miele delle sue api, della Signora del Labirinto. Ed anche nel volto e nei gesti di una donna anziana che porta quel nome (Zoe), intenta a ricamare con un filo bianco (di Arianna…) il simbolo minoico della spirale – archetipo della vita indistruttibile – nel villaggio di Axos sull’altro versante del Monte Ida, passaggio obbligato verso la maestosa caverna cultuale (detta di “Zeus”) che domina da millenni l’altopiano di Nida. Ma a Creta, Zeus e Dioniso sono stati nella più remota arcaicità un unico dio, forse lo “Zagreus nottivago” di cui scrive Euripide nella tragedia “I Cretesi”…

Lungo il viaggio ho trovato amici, nemici, ho mangiato e bevuto, ho visto il fuoco e Hierapytna, il Mar Libico in cui mi sono immerso nudo. Infine, indeciso e rinchiuso da giorni nel Labirinto delle identità, come Odisseo ho udito suoni melliflui più del canto delle sirene di Patra e sono dovuto risalire più indietro per non morirne… sino all’arte della guerra, e allora sono stato Achille dal piede veloce… Frattanto ho continuato – e continuerò –  a meditare sugli archetipi ultimi, l’infante con le corna – fanciullo mistico – Arianna / Aridela, forma grecizzata della Grande Madre e  archetipo femminile della generazione delle anime, ed il toro (il Minotauro è la forma umanizzata del suo culto) fino al Grande Anonimo a forma di Serpente… Con queste chiavi di lettura ho tentato di attraversare la Grecia e Creta, e poi mi sono apprestato a ripartire per Atene e di lì per Patrasso, dove mi attendeva la nave del rientro in Italia… Ed è allora che infine sono stato Teseo, e ho dovuto fronteggiare l’afflizione sulla via del rientro, dopo aver abbandonato Arianna nei pressi dell’isola di Dia. L’afflizione… non certo la morte del padre Egeo, che vedendo le vele nere issate sulla nave del figlio di ritorno da Creta si gettò nel mare spumoso che da allora porta quel nome… ma mi sono ritrovato senza soldi alla periferia di Atene per una sorta di incantesimo finanziario. E come mai avrei creduto di poter fare, afflitto per l’impotenza, ho infine venduto un disegno fatto a Creta nella stazione dei pullmann di Kifissos… per poter comprare il biglietto del bus fino a Patrasso, dove ho patito ancora fino al giorno successivo sino all’imbarco sulla nave. Ventiquattr’ore di viaggio, queste ultime, lunghissime, trascorse in una immobilità pressoché costante, interrotta solo da alcune uscite sul piccolo ponte di poppa della nave. Trascrivo dal mio diario: “Sul retro della nave che punta a nord-ovest il sole è sorto da poche ore e scalda la banchina di ferro azzurro. A gambe incrociate, seduto sul mio pezzo di Africa, sogno già ‘Elegie dall`Oceano’, il mio prossimo progetto…”

(Lorenzo Bruschini – da una lettera a Giuliana Stella del 4 Novembre, 2014)

The Secret Garden

Thursday, January 18th, 2018

RvB Arts presenta la collettiva The Secret Garden. Vernissage e cocktail giovedì 25 gennaio 2018, dalle 18 alle 22. In Via delle Zoccolette 28 e Via Giulia 193, a Roma.

 

 

RvB ARTS con la sua politica di Accessible Art inaugura

The Secret Garden

mostra collettiva ispirata al celebre libro di Frances Hodgson Burnett

con le opere di

Evita Andújar   Leonardo Blanco   Lorenzo Bruschini   Lucianella Cafagna
Alessandra Carloni    Chiara Caselli    Sonia Cipollari    Fantini    Andrea Gallo
Simona Gasperini    Ida Harm    Vittorio Iavazzo     Fabio Imperiale    Arianna Matta
Kristina Milakovic    Chiara Passigli    Claire Piredda    Vera Rossi    Giulia Spernazza

 

Vernissage e cocktail
giovedì 25 gennaio 2018
dalle 18.00 alle 22.00

Via delle Zoccolette 28 and Via Giulia 193 – Roma

la mostra resterà aperta fino a sabato 17 febbraio 2018
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso
Curatrice e organizzazione: Michele von Büren di RvB Arts

. . . . . . . . . .

THE SECRET GARDEN

If you look the right way, you can see that the whole world is a garden.
(Frances Hodgson Burnett, The Secret Garden)

Per il suo primo evento del nuovo anno, RvB Arts presenta The Secret Garden, una grande mostra collettiva che prende spunto dal famoso classico inglese della letteratura per l’infanzia.

Scritto da Frances Hodgson Burnett, Il Giardino Segreto (1910/11) segue le avventure di Mary, una bambina di dieci anni rimasta orfana, e di suo cugino Colin, che ha perso la madre e si crede malato. Il romanzo racconta il lungo, difficile processo di guarigione dei due protagonisti, una guarigione che avviene, magicamente, grazie alle cure da essi fornite a un giardino segreto e proibito…

Con opere che vanno dalla pittura, alla scultura, al disegno, al collage, alla fotografia, gli artisti coinvolti si confrontano liberamente con il tema. Alcuni offrono un’interpretazione esplicita rivolta al romanzo, e altri, invece, esplorano il senso metaforico prendendo spunto dal titolo del libro per indagare un personale immaginario segreto e privato.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico

Oscar Wilde, The Happy Prince e altre fiabe

Sunday, November 27th, 2016

RvB ARTS inaugura a Roma la mostra collettiva natalizia:

La galleria RvB ARTS con la sua politica di Accessible Art inaugura a Roma
in via delle Zoccolette e via Giulia

Oscar Wilde, The Happy Prince
e altre fiabe

mostra collettiva natalizia

con le opere di

  • Justin Bradshaw
  • Lorenzo Bruschini
  • Lucianella Cafagna
  • Chiara Caselli
  • Alessandra Gasparini
  • Simona Gasperini
  • Maiti
  • Orietta Mengucci
  • Olmo
  • Miriam Pace
  • Sergio Padovani
  • Alvaro Petritoli
  • Giulio Rigoni
  • Vera Rossi
  • Alessandro Sicioldr
  • Serena Vignolini
  • Xia Ying

via delle Zoccolette 28
via Giulia 193
00186 Roma

Vernissage e cocktail
giovedì 1 dicembre – venerdì 2 dicembre
dalle 18:00 alle 22:30

La mostra resterà aperta fino a: prolungata fino a sabato 28 gennaio
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

info 066869505

. . . . . . . . . .

COMUNICATO STAMPA

La ricerca della bellezza è il vero segreto della vita…

OSCAR WILDE

Durante il periodo delle festività natalizie RvB Arts presenta Oscar Wilde, The Happy Prince e altre fiabe, una mostra collettiva che prende spunto dalle nove fiabe scritte dal celebre autore irlandese per intrattenere i suoi figli.

Con la sua straordinaria versatilità creativa, Wilde inventò un mondo incantato fuori dal tempo: sogni cavallereschi popolati da principi, re, streghe, nani e sirene, e perfino avventure esotiche in un Oriente di fantasia. Il principe felice, Il gigante egoista, L’usignolo e la rosa, Il pescatore e la sua anima sono alcuni dei racconti che hanno ispirato i 17 artisti coinvolti in questa collettiva dedicata a Wilde e alla sua ricerca della bellezza.

Con opere che vanno dalla pittura, alla scultura, al disegno, al collage, alla fotografia, ogni artista fornirà al visitatore un’interpretazione del tutto personale di queste favole che parlano più agli adulti che ai bambini. Come disse Wilde stesso, le fiabe furono scritte “non per fanciulli, ma per persone dall’animo fanciullesco, tra i diciotto e gli ottanta anni”.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico

A Midsummer Night’s Dream

Friday, June 17th, 2016

RvB Arts presenta la mostra collettiva A Midsummer Night's Dream. Vernissage e cocktail giovedì 23 e venerdì 24 giugno 2016, dalle 18 alle 22:30. In Via delle Zoccolette 28, a Roma

RvB Arts presenta

A Midsummer Night’s Dream

mostra collettiva

con opere di

  • Lorenzo Bruschini
  • Lucianella Cafagna
  • Alessandro Sicioldr

Vernissage e cocktail
giovedì 23 – venerdì 24 giugno
dalle 18 alle 22:30

via delle Zoccolette 28
00186 Roma

la mostra resterà aperta fino a sabato 30 luglio
orari: 11:00-13:30 – 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von Büren di RvB Arts

info 066869505 – www.RvBArts.com

. . . . . . . . . .

COMUNICATO STAMPA

All’insegna del sogno, dell’amore e della poesia, per l’estate 2016, anno della ricorrenza del quadricentenario della morte di William Shakespeare, RvB Arts presenta la mostra collettiva dedicata alla commedia shakespeariana A Midsummer Night’s Dream (Sogno di una Notte di Mezza Estate).

In forma di suggestioni e non di veri e propri riferimenti, saranno le opere di Lorenzo Bruschini, di Lucianella Cafagna e di Alessandro Sicioldr a condurci in queste atmosfere di impalpabili percezioni che sfiorano e turbano tanto i sensi quanto i più reconditi pensieri.

Se il lieve e fantastico filo delle narrazioni simboliche di Lorenzo Bruschini destabilizza ogni lineare lettura iconografica, le oziose quanto meditative e vigili fanciulle di Lucianella Cafagna si mostrano nella loro iconica ed integra essenzialità. Il giovane talento che RvB Arts presenta per la prima volta nei suoi spazi è Alessandro Sicioldr nelle cui opere, su dimensioni parallele, oracolari ed enigmatiche presenze sembrano scambiarsi verità inconfessabili.

Lorenzo Bruschini, pittore ed incisore, è nato a Frascati nel 1974. Dopo aver frequentato come borsista la prestigiosa École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi, nel 2007 si diploma in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel 2016, tra le ultime mostre di rilievo, la personale Self-Shaping viene allestita su invito nei prestigiosi spazi museali delle Scuderie Aldobrandini a Frascati. I suoi lavori di elevata immaginazione coniugano la dimensione del sogno e del mito con una tavolozza elegante e minimale.

Lucianella Cafagna è nata a Roma nel 1968. Ha studiato all’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi e ha passato un periodo d’apprendistato nello studio di Pierre Carron, pupillo di Balthus. Nel 2011 ha partecipato alla 54˚ Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale a Venezia, con un’opera selezionata per il Padiglione Italia. I critici d’arte hanno messo in risalto la sua abilità nel creare un senso di sospensione senza tempo, i suoi soggetti posti tra la memoria e l’oblio come emblema struggente della nostra sfuggevolezza.

Alessandro Sicioldr è un pittore e illustratore italiano nato nel 1990 a Tarquinia. Apprende l’arte del disegno e della pittura con una formazione particolare rivolta ai procedimenti tecnici di preparazione dei pigmenti e dei supporti derivata dal famoso trattato di Cennino Cennini. Ha già partecipato a diverse mostre personali e collettive manifestando un’abilità tecnica e una capacità visionaria supportata da studi che abbracciano diversi campi disciplinari. Nelle sue opere crea atmosfere oniriche in cui visioni e suggestioni personali si fondono a simboli e immaginari storici.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

Lorenzo Bruschini: Self-Shaping

Saturday, April 2nd, 2016

Self-Shaping, a personal exhibition of paintings by Lorenzo Bruschini. At the Scuderie Aldobrandini, in Frascati. Inauguaration Saturday 16 April, at 5 pm. Until 25 April. Curator: RvB Arts.


Riprese e montaggio Matteo Mignani

LORENZO BRUSCHINI
Self-ShapingInaugurazione
sabato 16 aprile 2016
ore 17.00

Scuderie Aldobrandini
Frascati

Fino al 25 aprile 2016

ORARIO DI APERTURA:
martedì – venerdì: 10  – 18
sabato e domenica: 10 – 19
lunedì chiuso

A cura di RvB Arts

. . . . . . . . . .

COMUNICATO STAMPA

Lorenzo Bruschini, pittore ed incisore, è nato a Frascati nel 1974. Dopo aver frequentato come borsista la prestigiosa École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi, nel 2007 si diploma in Pittura con il massimo dei voti all’Accademia di Belle Arti di Roma.

Le opere di Bruschini sono presenti in varie collezioni private e fondazioni, sia in Italia che all’estero, mentre i suoi disegni sono pubblicati dalla casa editrice Edizione del Giano. Artista poliedrico, fondatore della Scuola d’Arte Les Oiseaux Noirs, ha stabilito nel tempo legami profondi con la poesia francese. I suoi lavori di elevata immaginazione coniugano la dimensione del sogno e del mito con una tavolozza elegante e minimale.

Self-Shaping è una mostra dedicata alle sue ultime opere. Il titolo inglese allude al tema dell’identità. Sono dipinti dal significato aperto e in continua trasformazione di senso. Come i disegni che li accompagnano nella mostra, essi inducono chi li osservi ad incamminarsi lungo un personale sentiero immaginifico ed interpretativo.

RvB Arts è una galleria romana che promuove ‘Accessible Art‘. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale.