Posts Tagged Nicola Pucci

MANI

Friday, May 11th, 2018

Michele von Büren di RvB Arts presenta la mostra collettiva MANI, prima edizione Manualità Armonia Narrazione Italiana. Con le opere di Bato, Leonardo Blanco, Lorenzo Bruschini, Lucianella Cafagna, Chiara Caselli, Alessio Deli, Fantini, Andrea Gallo, Gianlorenzo Gasperini, Vittorio Iavazzo, Arianna Matta, Claire Piredda, Nicola Pucci, Massimo Pulini, Vera Rossi, Alessandro Sicioldr e Luca Zarattini. Vernissage e cocktail: giovedì 24 e venerdì 25 maggio 2018 dalle 18.00 alle 22.30 RvB Arts - Via delle Zoccolette 28, 00186 Roma Antiquariato Valligiano - Via Giulia 193, 00186 Roma la mostra resterà aperta fino a sabato 22 settembre orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso.

 

 

Michele von Büren di RvB Arts presenta

MANI

MANUALITA’
ARMONIA
NARRAZIONE
ITALIANA

Vernissage e cocktail
giovedì 24 maggio
venerdì 25 maggio
dalle 18 alle 22:30

Via delle Zoccolette 28
Via Giulia 193
00186 Roma

con le opere di


Bato    Leonardo Blanco    
Lorenzo Bruschini    Lucianella Cafagna
Chiara Caselli    Alessio Deli    
Fantini    Andrea Gallo
Gianlorenzo Gasperini    
Vittorio Iavazzo    Arianna Matta
Claire Piredda    Nicola Pucci    
Massimo Pulini    Vera Rossi
Alessandro Sicioldr    Luca Zarattini

 

la mostra resterà aperta fino a
sabato 22 settembre
orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30;
domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione:
Michele von Büren di RvB Arts

Testo critico: Luisa Grigoletto

 

. . . . . . . . . .

COMUNICATO STAMPA

RvB Arts è lieta di presentare MANI, acronimo di Manualità Armonia Narrazione Italiana. Questa mostra inaugura e allo stesso tempo corona un progetto a lungo termine della galleria: la creazione di un’identità incentrata sui giovani artisti in cui il rapporto con le radici nella tradizione artistica italiana e i suoi “mestieri” è sempre fonte di nutrimento, senza per questo abbracciare una posizione “passatista”.

La galleria ha cercato, negli anni, di individuare gli artisti che, ognuno per suo conto, lavoravano con questi presupposti e di raccoglierli all’interno di un progetto comune, nonostante le differenze generazionali e stilistiche. La prima edizione di MANI consolida così i punti cardine che hanno guidato le scelte curatoriali della galleria fin dal principio:

MANUALITÀ intesa come capacità tecnica e il recupero del “mestiere”;
ARMONIA intesa come desiderio di riportare al centro dell’arte l’emozione, per raggiungere anche quel pubblico vasto e variegato che spesso si sente alienato dall’arte contemporanea; ma anche come capacità di far convivere in un unico progetto linguaggi così eterogenei;
NARRAZIONE intesa come predilezione del racconto, forma espressiva capace di favorire la connessione tra opera e fruitore;
ITALIANA in quanto l’immaginario degli artisti coinvolti si è formato in questo paese, diventando parte fondante della loro ricerca.

Le successive edizioni di MANI si terranno con cadenza annuale a maggio. Con il ripetersi della manifestazione, la galleria si propone di fare un riassunto annuale dei suoi artisti più rappresentativi di questo progetto.

MANI è inoltre la manifestazione della ricca e sempre più apprezzata attività di talent scout di Michele von Büren, gallerista e curatrice di RvB Arts. Molti dei suoi artisti hanno infatti vinto premi e partecipato a eventi internazionali, ottenendo riconoscimenti condivisi dalla critica e dal mercato. Questa prima edizione include sia artisti che hanno collaborato con la galleria dal suo inizio, che talenti emergenti individuati recentemente.

Per questa edizione 2018, anniversario del suo decimo anno di attività, la galleria propone artisti già ben noti al suo pubblico romano come il pittore e scultore Bato, fresco del successo della personale Jungle; Lorenzo Bruschini, il cui lavoro coniuga la dimensione del sogno e del mito; la pittrice Lucianella Cafagna, annoverata tra i venti artisti contemporanei più rilevanti del panorama italiano dall’Enciclopedia Treccani; la fotografa Chiara Caselli, appena rientrata dalla Biennale di Fotografia di Mosca, unica italiana accanto a Jodice, Berengo Gardin e Marsili Libelli; Fantini, che partecipa con le sue sculture in bronzo e pietra normalmente esposte esclusivamente a Parigi e in Olanda; Andrea Gallo, vincitore del Young At Art 2015 e con un’opera nel Museo di Arte Contemporanea Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona di Rende; Gianlorenzo Gasperini, le cui opere sono state parte della collezione permanente dell’Opera Gallery di New York; Arianna Matta, pittrice romana appena conclusa la sua prima personale a Parigi; Claire Piredda, scultrice che fa uso di argilla grezza di Calcata, antico borgo dove vive e lavora; Vera Rossi, selezionata quest’anno per una personale alla Mia Photo Fair di Milano con la galleria Antonia Jannone e adesso artista della Galleria Forni di Bologna; e Luca Zarattini, giovane pittore vincitore di premi tra cui Premio Niccolini 2016, Basilio Cascella 2011 e Zingarelli 2010, e finalista al Premio Lissone 2014.

La mostra comprende anche i due giovanissimi talenti Alessandro Sicioldr, che ha già partecipato a mostre a New York, Parigi, Bruxelles, Dublino e Valencia, e lo scultore napoletano Vittorio Iavazzo, che presenterà per la prima volta le sue figure umane di cartapesta a grandezza naturale commissionategli dalla RvB Arts per MANI.

Nicola Pucci invece torna in galleria con nuove opere che confermano la forza di un lavoro che ha attirato l’attenzione di mercanti d’arte come Larry Gagosian, e di intenditori come lo è stato Carlo Bilotti, rinomato collezionista d’arte. Lo scultore Alessio Deli, che ha opere collocate in vari spazi pubblici italiani, partecipa con le sue sculture realizzate mediante l’assemblaggio e la modellazione di materiali riciclati; mentre Leonardo Blanco (2^ Biennale d’Arte di Pechino 2005 e Biennale di Venezia 2009), vincitore di numerosi premi e concorsi con opere in mostra permanente nella Repubblica di San Marino e all’estero, presenta le sue opere avvolte con le resine industriali.

In questa occasione ci sarà anche la partecipazione di Massimo Pulini, artista e storico dell’arte, docente di pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna, attualmente Assessore alla Cultura del Comune di Rimini. Ha esposto in sedi pubbliche italiane e internazionali tra cui le Scuderie del Quirinale, Villa Adriana di Tivoli, la Galleria Nazionale di Parma e l’Istituto Italiano di Cultura di Londra.

Madrid – Palermo

Wednesday, May 11th, 2016

RvB Arts e Antiquariato Valligiano presentano la mostra collettiva Madrid - Palermo. Vernissage e cocktail giovedì 19 e venerdì 20 maggio 2016, dalle 18 alle 23. In Via delle Zoccolette 28 e via Giulia 193, Roma

link alla recensione della mostra MADRID-PALERMO sul sito di B in Rome

Il sapore della scoperta con MADRID-PALERMO alla galleria RvB Arts
Recensione su B in ROME (clicca sull’icona o sinistra o leggila qui)


Riprese e montaggio Marco Sibillio

Foto di Juanjo Martinez Canovas, Luca Crivello e Marco Sibillio

RvB Arts e Antiquariato Valligiano presentano

Madrid – Palermo

mostra collettiva

con opere di

  • Evita Andújar
  • Dalila Belato
  • Roberto Calò
  • Martínez Cánovas
  • Massimiliano Carollo
  • Luca Crivello
  • Nicola Pucci
  • Luis Serrano

Vernissage e cocktail
giovedì 19 -venerdì 20 maggio
dalle 18 alle 23

via delle Zoccolette 28
via Giulia 193
00186 Roma

La mostra rimarrà aperta fino a sabato 18 giugno; chiuso domenica e lunedì

info 066869505 – www.RvBArts.com

. . . . . . . . . .

COMUNICATO STAMPA

RvB Arts propone artisti spagnoli e italiani a confronto, in una mostra che suscita riflessioni su quell’intenso e fruttuoso scambio che li accompagna nella storia. Nelle opere degli otto artisti in mostra, al recupero del genere figurativo e di un virtuosismo tecnico tradizionali, che ritrovano il proprio apice nell’arte barocca, si associa l’indagine su una contemporaneità in cui simboli, stili e modalità si rinnovano continuamente.

Dalle suspense surreali di Nicola Pucci si passa così alle trasfigurazioni liquide di Evita Andújar e a quelle violente di Massimiliano Carollo; dall’irriverente ironia di Dalila Belato alla poetica del sentimento di Luca Crivello; dalle bizzarre metamorfosi di Martínez Cánovas si attraversano le rivelazioni luminose di Roberto Calò per arrivare infine alle terse e nostalgiche atmosfere di Luis Serrano. Una mostra in cui la singolarità di ogni visione si apre all’incontro e confluisce nella figura-simbolo del Toro.

Evita Andújar nasce ad Écija in Spagna nel 1974 e si laurea presso la Facoltà di Belle Arti di Siviglia. Nel 2000 vince la prestigiosa borsa di studio dell’Accademia di Spagna a Roma e negli ultimi anni si dedica esclusivamente alla pittura, ricevendo premi e riconoscimenti con opere in cui le figure si formano e deformano attraverso audaci passaggi di colore.

Dalila Belato nasce a Palermo nel 1985 e consegue il diploma presso l’Istituto d’Arte di Palermo. Continuando a mantenere vivo l’interesse per la scultura e il modellato, con un linguaggio tutto personale, concentra la sua ricerca sui particolari anatomici, vincendo per la sezione scultura il premio Expo di Varedo (MI) curato da Vittorio Sgarbi.

Roberto Calò è nato a Palermo nel 1985. Consegue il diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara nel 2012. Nel 2014 e 2015 partecipa all’esposizione Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice a Palermo e Catania. Il pittore intende l’opera come una sorgente e una manifestazione di energia, dove, come nella tradizione caravaggesca, la luce svolge un ruolo fondamentale.

Martínez Cánovas nasce a Murcia in Spagna nel 1980 e nel 2008 consegue il diploma in Belle Arti all’Università di Murcia. Per la sua prima mostra a Roma, Cánovas ha creato opere ispirate alla forte tradizione della Corrida insieme a disegni che hanno una simmetria con la ricerca di Belato.

Massimiliano Carollo, nato in Sicilia nel 1973, ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Palermo. Dopo la laurea, Carollo si è dedicato alla pittura ed al teatro, fondando insieme a Dario Enea la compagnia teatrale Teatro TerzoUomo. La tecnica pittorica spontanea e gestuale di Carollo crea tele forte e espressive che si contraddistinguono per la loro particolare sintesi di realismo e astrazione.

Luca Crivello nasce a Palermo nel 1992. Si laurea in Arte Sacra Contemporanea presso L’Accademia di Belle Arti di Palermo dove tuttora prosegue gli studi per conseguire la laurea specialistica nel medesimo corso. Il lavoro di Crivello è prettamente figurativo, dove si concilia una poetica sfuggevolezza con riferimenti al passato.

Nicola Pucci, nato a Palermo nel 1966, vanta una tecnica sapiente consolidata che ha già attirato l’attenzione di commercianti d’arte di fama mondiale, come Larry Gagosian, e di intenditori come lo è stato Carlo Bilotti, rinomato collezionista d’arte. Nel giugno 2016, il museo Palazzo Collicola Arti Visive di Spoleto ospiterà l’artista con una seconda mostra personale curata da Gianluca Marziani.

Luis Serrano è nato a Madrid. Laureato in Belle Arti presso l’Università Complutense di Madrid, si è specializzato in Storia dell’Arte presso l’Università La Sapienza di Roma. Nel 2004 le sue opere vengono esposte alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e nel 2012 il Museo Mario Praz di Roma, in occasione della ottava Giornata del Contemporaneo, ha ospitato una serie di 12 dipinti suoi.

Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

Antiquariato Valligiano è una nota galleria romana che dal 1982, nella rinomata via Giulia, propone antiquariato italiano delle regioni alpine e non solo, tra cui mobili di ogni tipo e oggetti allegri e raffinati.